in corso / ongoing - Terre Rare

Michele FABBRICATORE, Amalia MORA - Doppia personale in occasione della International Children's Book Fair

Cartello atrioleggero.jpg





INAUGURAZIONE  SABATO  30  MARZO  ORE  18


In occasione della International Children’s Book Fair, Terre Rare presenta la doppia personale :
 

Michele Fabbricatore, Cosimo degli Alberi

Amalia Mora, Piccola storia pallida
 

Due mostre distinte che si sviluppano in due diversi percorsi: aperto abitato e movimentato l’uno, introspettivo silenzioso ed evocativo l’altro.

 

Cosimo degli Alberi (ovvero il Barone rampante di Calvino, che scende in città) è ambientata in uno spazio verde, con illustrazioni, ceramiche e grandi sagome umane che dialogano tra loro, nel comune intento di rivitalizzare lo spazio urbano.

La mostra fa parte di un progetto più vasto, il Giardino della mente: ovvero la mente come nostro “giardino interiore”, da coltivare e nutrire al pari della terra che abitiamo.

 

Piccola storia pallida è “una breve storia illustrata sulla casa come metafora della propria identità. Non sempre si è in grado di dare un nome alle cose, siano esse palpabili o meno. A volte preferiamo trastullarci in una dolce inquietudine. Quando poi questo avviene è possibile che il gioco abbia fine, come un punto al termine di una frase.” (A.M.) Le immagini che costruiscono il racconto sono state pensate come presenze da scoprire, attraverso finestre illuminate, in una struttura che ci riporta, appunto, ad una casa.

 

Nell’occasione verranno presentati i due libri da cui ciascuna mostra nasce:

“Cosimo degli Alberi, alla scoperta del cuore verde della città”, illustrazioni di Michele Fabbricatore, testi di Martina Colligiani (Giorgio Tesi Ed.)

“Piccola storia pallida”, illustrazioni di Amalia Mora, edizione limitata e numerata firmata dall’autrice

 
56363618_2045807298869450_4736090768358244352_n.jp...
56575816_2059497754167071_7398101916347006976_n.jp...
54729875_2045835415533305_7104511674412957696_n.jp...
56622529_2047409492042564_3255261193740222464_n.jp...
 
MICHELE FABBRICATORE (Firenze, 1972) si è diplomato in scultura all’Accademia di Belle Arti di Firenze e in seguito ha frequentato i corsi della Scuola Internazionale di incisione e arti grafiche “il Bisonte” sempre a Firenze. Ha partecipato anche a vari seminari presso la Scuola Internazionale dell’illustrazione per l’infanzia a Sarmede (TV).

La ceramica rappresenta la naturale sintesi della sua formazione poichè racchiude in un’unica disciplina la forma plastica della scultura con la varietà pittorica dell’illustrazione.

Dal 2010 partecipa a numerose mostre sia in Italia che in Europa.

 

 

AMALIA MORA (San Benedetto del Tronto, 1982) si è formata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, per poi specializzarsi in grafica e illustrazione.

Nei lavori più recenti ha arricchito la propria tecnica, creando un contrasto tra la manualità del tratto a matita e il colore digitale usato con campiture piatte, come silhouette.

Gli autori che ammira non sono consueti e appartengono ad ambiti espressivi molto diversi tra loro (come, ad esempio: Roland Topor, David Lynch, Thomas Ott, etc.). Un tratto distintivo accomuna questi autori e le illustrazioni di Amalia: lo spaesamento, che costringe il nostro sguardo a ragionare oltre le apparenze. È lei stessa a confessare che spesso i soggetti delle sue illustrazioni non sono altro che la rappresentazione dei suoi sogni.